ROBIN DELLE STELLE(CAPITOLO 2)

 

A seguito dell’ incredibile caduta della loro goletta attraverso il buco nero apertosi in mezzo al mare, il capitano Robi, il vecchio marinaio Jonah ed il giovane mozzo O’Flagherty si ritrovarono incredibilmente vivi, con la nave spiaggiata e senza nessuna traccia di un qualsiasi corso d’ acqua nei dintorni, in un posto che niente aveva a che vedere con la terra a loeo conosciuta. Fu il mozzo O’ Flagherty a chiedere per primo il da farsi.

La maledizione del comando: quel dover prendere decisioni:

-“hai coraggio, mozzo O’ Flagherty?” chiese il capitano

-“Credo di si, signore”-

-“Allora ci armeremo ed andremo ad esplorare i dintorni. E’ cosi’ che si fa quando si sbarca…su un’ isola sconosciuta Tu, Jonah, resterai a guardia della nave, e comunque vada…buona fortuna”-

-“Sono pronto, signore”- disse O’ Flagherty -“non mi è ancora venuta paura”-

E sbarcarono. Avanzarono fra strane rocce, quasi accecati dai riflessi giallastri che si moltiplicavano all’ infinito, tessendo una fantastica ragnatela di luci.

-“credete che procedendo in questa direzione incontreremo il mare, capitano?”-

-“Credi che procedendo in questa direzione incontreremo qualcosa, mozzo?”-

Avanzano in quel paesaggio onirico, quando una voce alle loro spalle li fece portare istintivamente le mani alle armi:

-“Ehi voi!”- davanti a loro una donna bellissima -“Benvenuti, da tempo vago per questi luoghi desolati senza incontrare un solo essere umano. Perciò sono felice di vedervi. Mi chiamo Kai.”- La donna portava una sacca che incuriosì O’ Flagherty:

-“cosa porti in quella sacca, Kai?”-

-“Ah!, questo….. è una specie di porco selvatico che vive qui. cotto alla brace è squisito”-

Quella voce. Dolcissima come un organo che suona in sordina in un immenso salone dall’ eco inquietante: -“Si, sono felice….felice”-. Quella voce: una magia che ha incantato il mozzo O’ Flagherty:-“Voi non potete neppure immaginare quanto io sia felice!”

Quegli occhi. Gocce di un mare incredibilmente profondo. -“Si, sono felice. Peccato che siate in due! Peccato! Addio”-

Fece per andarsene, ma subito Robin la richiamò: -“Aspetta! Posso mandare il ragazzo sulla nave: sono il suo capitano!”-

-“E tu, mozzo? Ti lasceresti comandare così? Ti lasceresti?”-

Come alluccinato, il ragazzo estrasse la spada: -“No, no, NOOOO!!!”-

Robin ed il mozzo O’ Flagherty diedero inizio ad un duello cruento, mentre la donna li incitava: -“Bene, lottate!!! Lottate per me! Io sarò del vincitore!”-

Robin ci mise poco ad avere la meglio sul ragazzo. Ma, proprio mentre vibrava il fendente mortale, vide negli occhi del mozzo la sua espressione disperata, e di colpo rinsavì: -“Cosa stavo per fare, mio Dio?”-

-“ATTENTO!!!”- gli urlò il mozzo!!

Un guizzo, e Robin riesce ad evitare la rete mortale lanciatagli da Kiai! La donna, ora, non aveva più quella dolcezza ipnotica, ma solo una maschera di crudele ferocia: -“Maledetti!! Tu non lo hai ucciso, e lui ti ha avvisato in tempo!! Ma morirete lo stesso!! “-

Fulmineo, Robin estrasse un pugnale da dietro la cintola, e lo lanciò alla gola di Kiai!

-“Guardate, signore!”- gridò il ragazzo, -” si sta trasformando in un….in un..”- La voce del mozo O’ Flagherty fu spenta da conati di vomito. Del resto, non ci sono parle per descrivere certe mostruosità. Intanto la sacca di Kiai continuava a muoversi. I due compagni la aprirono: non conteneva affatto un porco selvatico, ma una specie di bambolotto vivente e parlante, che subito ringraziò i due marinai:

-“Grazie per avermi salvato la vita, signori terrestri. Certamente vi interessa sapere che l’ essere orribile che avete ucciso è un kiai: il più mostruoso animale intelligente di questo planetoide. I kiai sono capaci di metamorfosi incredibilmente seducenti…possono assumere le forme più affascinanti di ogni specie di razza….ed è così che quel kiai ha ingannato me ed il mio compagno Teng. Ci ha spinti a lottare ed io ho ucciso il povero Teng. Il kiai l’ ha divorato subito ed ha tenuto me, come scorta di cibo. Sono proprio crudeli, i kiai! Strano che voi abbiate saputo resistere ad i suoi poteri ipnotici…..finalmente i kiai hanno trovato qualcuno capace di mettere loro nel sacco……GIC! GIC! GIC!!!! Buona, questa!

Il coso è decisamente simpatico, ed il capitano Conrad gli racconta come è cominciato il loro incredibile viaggio in quel mondo sconosciuto e di come desiderassero solo tornare al loro mondo ed al loro mare!

-“Ho un grosso debito nei vostri confronti”- disse il bambolotto, -“e, parola mia, vi aiuterò! Ecco, nella sacca deve esserci il generatore di energia del povero Teng: lo darò a voi. Tenete!”-

-“ma….è un flauto!!”-

-“Chiamatelo come vi pare…l’ importante è imparare ad usarlo! Chiudendo alcuni buchi e soffiando, potrete volare con la vostra nave, avvolti in una grande bolla d’ aria protettiva. Ricorrendo ad altre combinazioni potete scendere nel mondo desiderato ed ottenere aria e protezione…nel caso che condizioni ambientali non consentano la vita dell’ uomo terrestre. Il generatore traduce all’ istante ogni idioma dell’ universo…..”-

Una spiegazione lunga e minuziosa che si può riassumere così: i toni gravi per salire, gli acuti per scendere, la scale per accellerare, la note medie per frenare. Ed altre combinazioni per un’ agile navigazione  nella complessa dimensione spaziale. -” Non è escluso che, a furia di tentativi, possiate un giorno tornare alla dimensione, galassia, epoca e sistema solare dai quali siete partiti. Naturalmente è solo questione di fortuna. Buon viaggio!”

Videro allontanarsi quell’ assurdo bambolotto che ha consegnato loro la bussola per intraprendere il più fantastico viaggio che uomini terrestri abbiano mai affrontato. Tornarono sulla nave, dove trovarono Jonah, ad attenderli: -“Allora, avete trovato qualcosa?”-

-“si, un flauto magico!”

-“Lo suono per partire, signore?”-

-” Sei tu l’ esperto in musica, mozzo”-

O’ Flagherty cominciò a suonare, il vecchi scafo gemette, scricchiolò, ed infine si alzò. Poi chese al capitano:-“permettete una domanda, capitano? Questo è come il mare, vero?”-

-“Si, mozzo. E’ come il mare!”-

(CONTINUA)

m78dablogger

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...